Parata per il Paesaggio – Andreco

Video tratto da “Parata per il Paesaggio”, opera d’arte pubblica collettiva consistente in una performance frutto dell’interazione tra l’artista, gli abitanti del Capo di Leuca, l’associazione Ramdom e le componenti del progetto GAP.

Partendo dallo studio del territorio, l’artista realizza una parata con otto percussionisti e quattordici sbandieratori che, muovendosi da punta a punta del golfo di Leuca, uniscono simbolicamente Punta Ristola e Punta Meliso, ricongiungendo così i due amanti Aristula e Melisso che un’antica leggenda vuole divisi, per gelosia, dalla sirena Leucasia.

Inspirata anche dal lavoro del geografo Élisée Reclus, l’opera è una riflessione sul “Finis Terrae” dell’Italia e sulle caratteristiche geologiche e geografiche dell’area. Si pone come obiettivo la rivalutazione di alcuni aspetti legati ai confini del paesaggio. Le aree su cui si concentra sono quelle di transizione tra il paesaggio terrestre e quello marino: le scogliere. Gli altri elementi paesaggistici che vengono studiati e resi simboli nel lavoro dell’artista sono le “Specchie”, i muri a secco e le “Pajare”, tipici del territorio Salentino.

“Parata per il Paesaggio” vuole anche essere una riflessione sul concetto di limite naturale e di confine politico e, come ogni opera dell’artista, non ha un significato univoco ma si apre all’interpretazione di chi la osserva.

Parata per il Paesaggio, HDVideo, 03:51, 2014

Bandiere, 180×180 cm: 5 bandiere, 3 edizioni per ogni bandiera.

Parata per il Paesaggio – Andreco