Vucca de lu Puzzu. Performance di Casas

vucca_1black_lowVucca de lu Puzzu

Performance sonora in due atti.

di Carlos Casas

@Lastation, Gagliano del Capo.

Primo atto ore 21.15; Secondo atto ore 22:15.

Continua l’esplorazione delle Terre Estreme da parte dell’artista spagnolo Carlos Casas.

Sabato 14 novembre, Lastation, lo spazio artistico culturale del Capo di Leuca diretto dall’associazione Ramdom, ospiterà Vucca de lu Puzzu, il work in progress di un progetto audio-video dell’artista spagnolo Carlos Casas.
Dopo la residenza estiva all’interno dell’ “Indagine sulle Terre Estreme”, accompagnata da un ricco programma di eventi collaterali, Casas farà il suo ritorno nel Capo per continuare il suo progetto di field recording.

Per l’occasione sarà presentata, in anteprima assoluta, la prima di una serie di opere a cui l’artista ha dato vita. Si tratta di Vucca de lu puzzu, un lavoro audio che cattura una parte di esplorazioni condotte lungo la costa est del Capo di Leuca.

Vucca de lu puzzu è un viaggio nelle viscere della terra e dell’uomo: l’artista ha catturato frequenze radio e suoni ambientali durante l’esplorazione di una delle grotte più affascinanti della costa adriatica italiana e durante la conseguenziale risonanza magnetica cui si è dovuto sottoporre dopo una caduta, avvenuta proprio nella grotta.

Il risultato è un viaggio liminare, un’esplorazione dell’inconscio, un abbandonamento sensoriale.

Vucca de lu puzzu è disponibile su musicassetta, in edizione limitata. Acquistando la MC si potrà accedere ad download dell’audio in formato digitale.

La musicassetta è prodotta da Ramdom e Canti Magnetici.

La residenza di Carlos Casas è parte del progetto Indagine sulle Terre Estreme, prodotta da Ramdom all’interno del progetto GAP.