Sino alla fine del mare

Sino alla fine del mare è un nuovo progetto di Residenza promosso da Ramdom con il contributo di SIAE – Bando S’Illumina. Offre a tre artisti under 35 l’opportunità di trascorrere una residenza di sei mesi, da giugno a dicembre 2017, a Gagliano del Capo, in provincia di Lecce.

Residenze artistiche nelle Terre Estreme

Il territorio è un organismo vivente, con una propria identità, storia, peculiarità. È caratterizzato da due tipi di paesaggio, entrambi mutevoli sotto le spinte naturali ed artificiali: quello naturale e quello umano.

Il progetto di residenza si pone come finalità quella di creare una nuova mappatura del territorio del capo di Leuca. Agli artisti invitati il compito di creare una nuova narrazione del territorio fruibile tanto dalla gente del posto quanto dai visitatori/turisti che avranno modo di esplorare questo estremo lembo di terra da una prospettiva non convenzionale.

Gli artisti selezionati sono Simona Di Meo (Roma, 1984), Roberto Memoli (Modugno, 1989) e Nuvola Ravera (Genova, 1984). A loro si unisce Jacopo Rinaldi (Roma, 1988), scelto dalla commissione di Default17.

La base operativa del progetto è Lastation, spazio artistico e culturale gestito da Ramdom, che si trova al primo piano dell’ultima stazione ferroviaria attiva nel sud-est d’Italia.

Il progetto di residenza è incentrato sulla realizzazione di opere legate allo studio del paesaggio umano e naturale. Ai momenti di produzione si susseguono workshop, incontri, lecture e altre attività, che coinvolgono critici, curatori, giornalisti e istituzioni.

Tra i guest già confermati: Heba Amin (artista), Antonio De Luca (artista), Andrew Friend (artista), Francesca Girelli (curatrice), Invernomuto (artisti), Lorenzo Madaro (curatore), Rachel Marsden (critica), Elena Mazzi (artista), Laura Perrone (curatrice), Sitraka Rakotoniaina (artista), Claudio Zecchi (curatore).

Hanno composto la commissione per la selezione delle candidature: Paolo Mele, direttore di Ramdom e Lastation; Claudio Zecchi, curatore indipendente; Francesco Petrucci, Capo d’Arte; Valentina Casacchia, direttore Europa dell’Artist Pension Trust.

Segui gli aggiornamenti del progetto sul blog